Menu

I riti della settimana Santa

I riti storici della Settimana Santa promossi e organizzati dalle confraternite dei quartieri storici.
Come tutta la Sardegna anche Cagliari celebra la più importante festa cristiana, la Pasqua (sa Pasca manna, così chiamata in contrapposizione a sa Paschixedda, il Natale), accompagnando le cerimonie previste dalla liturgia ufficiale con altre di cui il popolo è geloso custode da secoli.
Sono rievocazioni della passione, morte e resurrezione di Cristo, tanto ricche e complesse quanto generalmente insospettate al grande pubblico.
La Settimana Santa è uno dei momenti più intensi della vita religiosa di Cagliari. È la sua celebrazione che mantiene viva una tradizione secolare che si svolge nella parte antica di Cagliari, identificando, in quella occasione, i quattro quartieri storici con le loro chiese.
Le Confraternite coinvolte nei riti della Settimana Santa di Cagliari sono l’Arciconfraternita della Solitudine, l’Arciconfraternita del Santissimo Crocifisso e l’Arciconfraternita Gonfalone sotto l’egida di Sant’Efisio martire e la Congregazione Mariana degli Artieri di San Michele.
A Cagliari le celebrazioni pasquali hanno inizio il venerdì: Venerdi di Passione, che precede la Domenica delle Palme, quando ha luogo la Processione dei Misteri: Is Misterius, organizzata dall’Arciconfraternita del Santissimo Crocifisso. Seguono Martedì Santo, Mercoledì Santo, Giovedì Santo Venerdì Santo, Domenica di Pasqua e Lunedì dell’Angelo.